Iscriviti alla newsletter e ricevi la guida alla crezione della scheda di conformità industria 4.0.
Notizie

30 settembre 2018 data ultima per l’iperammortamento 2017

Il 30 settembre 2018 è la data ultima per la consegna del bene (messa in funzione) se è stato acquistato nel 2017 (anche con la sola corresponsione di una caparra di minimo il 20%).

Bisogna ricordare che si parla di consegna del bene, non di interconnessione. Il bene, se consegnato e messo in funzione entro il 30 settembre 2018 (termine spostato da giugno a settembre con il decreto sud – legge 20 giugno 2017 n. 91 art. 14 par. 1.b poi modificata con legge 3 agosto 2017 n. 123), permette di utilizzare le agevolazioni presenti nella legge di bilancio per il 2017, ad esempio il superammortamento al 140% o l’iperammortamento in caso di interconnessione del bene.

Se il bene viene consegnato entro il 30 settembre 2018 ma non viene interconnesso, si accede lo stesso all’agevolazione del super ammortamento 2017 e si potrà passare all’iperammortamento quando l’interconnessione verrà effettuata (ovviamente l’iperammortamento riguarderà la quote residue, non sarà retroattivo).

Chiaramente valgono le solite condizioni ormai note a tutti: il bene deve essere classificato nell’allegato A della legge di bilancio e rispettare i 5+2 requisiti meglio esplicitati nella circolare dell’agenzia delle entrate del 30 marzo 2017 o il solo requisito dell’interconnessione per i beni non strumentali sempre elencati nell’allegato A.

E’ consigliato dotarsi di una analisi tecnica del bene che metta nero su bianco da parte di un tecnico il fatto che il bene soddisfa i requisiti imposti dalla norma: l’analisi sarà importante in sede di controllo per avere un riferimento sicuro (visto che il controllo potrà avvenire a distanza di anni dall’acquisizione e interconnessione della macchina). L’analisi può essere a supporto di una perizia giurata o dell’autocertificazione, ma è da ritenersi indispensabile.

Per una verifica preventiva (a distanza) potete risolvervi anche a noi dalla pagina contatti.

Dichiarazione industria 4.0 del produttore

Molti produttori di macchinari presentano assieme al bene anche una dichiarazione “industria 4.0” più o meno articolata.

Attenzione! Pensare che la dichiarazione “industria 4.0” fornita dai produttori delle macchine sia sufficiente per l’accesso all’iperammortamento è un gravissimo errore.

La dichiarazione industria 4.0 è un punto di partenza, spesso richiesto anche dal tecnico che esegue l’analisi, per avere la sicurezza che la macchina abbia le caratteristiche necessarie e sia predisposta per completare l’integrazione.

L’interconnessione e l’integrazione (requisiti obbligatori 2 e 3) con il sistema informativo non può essere a carico del fornitore della macchina ed sono l’elemento chiave di tutto l’incentivo dell’iperammortamento. Questi requisiti vanno dimostrati dal beneficiario dell’iperammortamento e sono sotto la sua totale responsabilità.

 


Resta aggiornato, iscriviti alla newsletter

About the author

stefano

Leave a Comment